I Robot di La Marmora

Pubblicato: giugno 4, 2014 in letture, recensioni
Tag:, , , ,

steampunk, ucronia.
sudore, dreadnoughts e sangue.

Copertina di Giordano Efrodini

lo ammetto, per farmi tornare a scrivere su queste pagine ci voleva uno stimolo importante. questo racconto breve di Alessandro Girola mi ha spinto  a riaprire il blog e metterci su due righe.

I Robot di La Marmora è un flash di 72 pagine che ci porta indietro al periodo risorgimentale della Terza Guerra d’Indipendenza. il lavoro è collegato al progetto di scrittura collettiva Risorgimento di Tenebra e a detta stessa dell’autore riadattato a suo modo e piacimento: il racconto ucronico è di genere steampunk con l’apparizione di personaggi storici realmente vissuti. 

gli alieni esistono e regalano ai terrestri parte della loro tecnologia, infatti alle battaglie partecipano biomostri frutto dell’ingegneria genetica, ci sono armi avveniristiche e soprattutto si muovono i Giganti, ultimo baluardo della difesa del Regno d’Italia. questi colossi guidati da impavidi piloti umani diventano l’estrema risorsa  di una Milano assediata dagli Austro-Asburgici.

al pari dei romantici piloti della prima guerra mondiale gli uomini del capitano Gambara si calano nelle cabine di pilotaggio di Anteo , Tifone , Porfirione , Damiso, e sprezzanti del pericolo vanno a caccia di gloria e medaglie.

tutto il racconto è scritto in maniera fluida e scorrevole, la narrazione coinvolgente vi prenderà e porterà alla fine tutto in un fiato. Girola possiede uno stile efficace, particolarmente curato nei dialoghi che riescono a far trasparire lo stato d’animo e perfino le fisionomie dei personaggi ai quali vi affezionerete subito. non vi citerò le tante fonti dalle quali l’autore abbia attinto in quanto egli stesso le elenca sul suo sito Plutonia Experiment parlando del suo lavoro QUI.   

Sinossi

1864: Un’ astronave-colonia degli alieni Nekton è naufragata sulla Terra, nel cuore dell’Impero Austriaco.
Lontani anni luce dal loro pianeta, i Nekton hanno scelto di allearsi con gli Asburgo, ricevendo ospitalità in cambio di tecnologia. Grazie a questo patto, gli Austriaci dispongono ora di mostri guerrieri, di carri corazzati e di altre prodigiose armi con cui sfidare il mondo.
Ma non tutti i Nekton hanno accettato la decisione del loro ammiraglio.
Una minoranza di alieni, ritenendo tale strategia contraria alle direttive della missione, ha chiesto asilo politico nel vicino Regno d’Italia.
La dote che questi disertori han portato con sé è quella dei Giganti: enormi automi pilotabili dagli esseri umani, unico baluardo contro le preponderanti forze nemiche.

 

I Robot di La Marmora di Alessandro Girola
Copertina di Giordano Efrodini
Editing di Germano M.
72 pagine circa, 1.53 euro
Disponibile nei formati ePub e Mobi
Mobi (Kindle Store)
EPub (Lulu store)

è stato pubblicato anche un seguito dal titolo: I Mecha Di Napoleone III

l’italia risorgimentale si salverà? non lo saprete certo da me, leggetevelo!

giovanni lelli

Annunci
commenti
  1. Mago ha detto:

    Comprato, ma non ancora letto…è finito sulla “pila” (metaforicamente parlando). Appena l’ho letto ti faccio sapere che ne penso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...